Informazioni sul sughero

Il clima nel bacino del Mediterraneo è ottimale per la crescita del sughero naturale ricavato dalla corteccia della quercia da sughero. Le forti piogge, i periodi di siccità corti, l’inverno mite e il terreno fertile determinano la crescita dei boschi a quercia da sughero.

Il sughero è lo strato superiore delle querce da sughero sempreverdi dal nome latino Quercus Suber, le quali crescono solo nelle aree occidentali del bacino del Mediterraneo, per esempio nell’Africa del Nord, nella Francia del Sud, in Italia, in Spagna e in Portogallo. La quercia da sughero cresce per un totale di 2,5 milioni d’ettari. La maggiore estensione di querceti si trova in Portogallo, dove negli ultimi anni è stata implementata un’azione di imboscamento dei terreni incolti con querce da sughero.

Il Portogallo è senza dubbio la patria della quercia da sughero, poiché la quantità del sughero prodotto lì, rappresenta più del 50% della produzione mondiale. La raccolta del sughero è eseguita secondo le regole dette dal frutto dell’esperienza accumulata negli anni. La decortica viene affidata solo a mani esperte e viene effettuata solo durante condizioni di tempo favorevoli. Il sughero è impermeabile all’acqua e all’aria. Esso protegge l’albero contro le perdite d’acqua, dai batteri e microbi, dagli sbalzi di temperatura e anche dagli incendi, i quali sono molto frequenti in quelle aree.